Come sfruttare il blog per intercettare utenti in target

I professionisti lo sfruttano, le aziende lo sottovalutano, parliamo del Blog, uno strumento ancora molto sottovalutato dalla maggior parte delle aziende, ma molto potente per attirare clienti in target!

Nato come “diario personale” dove poter condividere i propri racconti, avventure etc, nel corso di questi ultimi 20 anni, il blog si è trasformato in una potentissima arma di acquisizione contatti.

In questo articolo troverai 4 consigli utili per ottimizzare i contenuti del tuo blog, evitando di commettere errori che potrebbero portarti a perdere visitatori.

Parti comunque dal presupposto che il blog, oltre ad attirare i lettori con uno stile coinvolgente, deve risolvere i problemi che essi hanno con guide efficaci, scritte con un linguaggio chiaro e comprensibile. Ti spiego quindi come sfruttare al meglio il tuo blog in poche semplici mosse.

Studia un’efficace strategia di content marketing

Pubblicare articoli a caso secondo le proprie preferenze non ti porterà lontano! Una strategia di content marketing è la base da cui partire. Devi buttare giù un piano di azione e prevedere i contenuti che vorrai andare a trattare nel tuo blog.

Oltre a pubblicare aggiornamenti di settore, della tua azienda, dei tuoi prodotti, ti consiglio di trattare guide mirate alla risoluzione di problemi concreti dei tuoi potenziali clienti.

Risolvere i dubbi o i problemi degli utenti è una delle strategie migliori per intercettare traffico altamente in target. L’idea è quella di farsi trovare online, ogni volta che un utente cerca una soluzione ad un particolare problema, che il tuo prodotto o servizio può risolvere.

Leggendo le tue guide, inizierai pian piano a fissare il tuo brand, nella mente dei consumatori e ti posizionerai come esperto del settore. Nel momento in cui, l’utente sarà pronto alla fase di acquisto, probabilmente si ricorderà di te, perché avrai risolto in passato molti suoi dubbi.

Per conoscere i problemi, fai interviste ai tuoi già clienti, cerca sui forum e su i vari gruppi facebook e prendi nota dei problemi più ricorrenti, saranno la base dei tuoi prossimi articoli. Utilizza uno strumento professionale come SEOzoom, per valutare i volumi di ricerca dei vari argomenti che hai individuato, e prepara la tua scaletta.

Cura l’organizzazione dei contenuti con un calendario editoriale

Il calendario editoriale è una risorsa indispensabile in fase di organizzazione dei contenuti: serve a programmare la pubblicazione dei diversi tipi di contenuti su tutti i canali che la tua azienda userà per comunicare con il pubblico.

Questo documento facilita enormemente la gestione dei post, poiché ti aiuta a pubblicarli con costanza (elemento fondamentale della promozione e della comunicazione) e ti guida nella pianificazione della strategia.

Un buon calendario editoriale deve essere organizzato nei minimi dettagli, ossia comprendere quanto segue:

  • Data: quando pubblicherai ciascun post
  • Argomento: di cosa parlerai in ogni post
  • Descrizione: un breve commento che indichi a grandi linee i contenuti del post e il suo obiettivo.
  • Formato: specifica il tipo (o i tipi) di contenuti che vuoi includere nel post
  • Piattaforma: quale mezzo vuoi utilizzare per pubblicare i contenuti (nello specifico, il blog, ma puoi indicare anche altri canali)

Ottimizza gli articoli lato SEO

Un muro di testo nero, senza spaziatura, senza immagini, privo di link interni ed esterni è la base del fallimento! Per farti notare dagli utenti, nonché dallo spider di Google, dovrai ottimizzare al meglio i tuoi articoli. Questa operazione ti consentirà di dare visibilità ai tuoi contenuti e far sì che i visitatori li trovino facilmente, grazie al buon posizionamento nei risultati di ricerca.

Fra le azioni che devi necessariamente intraprendere prima di questa fase, vi è naturalmente, la keyword research, che puoi condurre con strumenti quali SEOZoom o Google Keyword Planner.

Una volta individuate le migliori parole chiave da utilizzare nei tuoi contenuti e scritto i contenuti, dovrai passare alla fase di ottimizzazione. Di seguito una lista di consigli per ottimizzare al meglio i tuoi testi:

  1. LUNGHEZZA: Non scirvere i soliti articoletti da 300 parole. Una volta individuati i principali argomenti da trattare, rispondi al meglio a tutte le possibili domande correlate. A quel punto avrai terminato.
  2. ELENCHI PUNTATI E NUMERATI: Quando nel testo utilizzi elenchi, fattori, benefici, comparazioni etc,utilizza sempre elenchi puntati o numerati;
  3. SPAZIATURA: Per rendere meno pesante la lettura, vai a capo ogni 5 max 6 righe;
  4. TAG DI INTESTAZIONE (H1,H2,H3): Utilizzali correttamente per dividere i vari capitoli
  5. RIPETIZIONE KEYWORD: Cerca di non ripetere mai forzatamente la keyword principale, utilizza invece molte varianti, secondarie e correlate!
  6. Bold/EM: Utilizzare il grassetto e il corsivo per evidenziare parole chiave o pezzi di testi vicini (cerca di utilizzare almeno un grassetto e corsivo in ogni capoverso.
  7. IMMAGINI: Per spezzare e rendere la lettura meno pesante inserisci diverse immagini all’interno della tua guida.
  8. LINK INTERNI/ESTERNI: Utilizza sempre link interni o esterni per offrire approfondimenti ai tuoi lettori. Sono molto apprezzati, dagli utenti e da Google.

Come ultimo consiglio che posso darti è quello di cercare sempre di ottenere un dialogo con il tuo pubblico. Per tanto cerca di rispondere sempre ad eventuali commenti con risposte utili e costruttive.

Se vuoi leggere altre mie guide mi trovi qui: https://www.leonedigital.it/guide-seo/