Come fare personal branding con LinkedIn

Per un professionista è di vitale importanza avere cura della propria immagine e del modo in cui si viene percepiti dai potenziali clienti. 

Fare personal branding significa promuovere se stessi definendo chi si è, cosa si fa e come si vuole essere percepiti dagli altri.

L’obiettivo del personal brand è quello di posizionarsi nella mente degli utenti in un modo estremamente preciso e differente dai competitor, in modo da aumentare la propria autorevolezza ed acquisire fiducia. 

Oggi, infatti, gli utenti non acquistano prodotti o servizi, ma acquistano il valore che percepiscono da un brand.

Quando riuscirai a conquistare la fiducia del tuo network di contatti avrai l’onore di essere considerato un punto di riferimento e un esempio da seguire. 

Per riuscire a raggiungere questa posizione, però, dovrai portare avanti nel tempo un lavoro intenso di comunicazione e di creazione di contenuti di valore per la tua audience.

Sul web hai a disposizione tantissimi social network e canali utili allo sviluppo del tuo personal brand, ma uno è sicuramente il migliore di tutti. 

Vediamo qual è.

Il miglior social per il personal branding: LinkedIn

Tra tutte le piattaforme possibili, Linkedin è sicuramente quella più adatta per professionisti ed imprenditori che vogliono sviluppare il proprio personal branding. 

LinkedIn è semplicemente il più autorevole e riconosciuto social network dedicato al mondo del lavoro. 

Nato 15 anni fa, oggi è un social ricco di funzionalità e di possibilità, ma è sempre rimasto coerente con quella che è la sua mission: aiutare i professionisti a sviluppare il proprio network.

Prima di andare avanti vorrei mostrarvi qualche numero legato a LinkedIn: 

  • 500 milioni di utenti complessivi
  • 10 milioni di utenti in Italia 
  • 9 miliori di aziende sulla piattaforma 
  • 17.000 offerte di lavoro pubblicate ogni mese 
  • 400 settori rappresentati 

Oltre ai suoi numeri, per quale motivo dovresti scegliere Linkedin per fare personal branding?

I motivi principali sono due:

  1. La crescita di LinkedIn è esponenziale e questo è il miglior momento per salire a bordo
  2. Parliamo dell’unica VERA piattaforma professionale esistente

Ti ho appena detto che questo è il miglior momento per iniziare ad usare LinkedIn, ma perché?

Perchè in questo momento storico la piattaforma sta premiando i creatori di contenuti dandogli moltissima visibilità organica e gratuita. 

Questo significa che i tuoi contenuti verranno visti da più persone. Quindi potrai espandere facilmente il tuo network e lavorare sul tuo personal branding. 

Come costruire il tuo brand personale su LinkedIn 

La prima cosa che dovrai fare per fare personal branding è quella di trovare la tua nicchia.

La nicchia rappresenta il target a cui dovrai rivolgerti con i tuoi contenuti di valore. 

Ma come si fa a scegliere la nicchia?

Per costruire un brand forte e riconoscibile, che duri nel tempo, dovrai fornire i contenuti giusti alle persone giuste. 

Il consiglio più importante da tenere a mente è quello di focalizzarsi su quali sono i problemi che risolvi e, di conseguenza, chi sono le persone che puoi aiutare grazie ai tuoi contenuti. 

Ricorda sempre che i tuoi contenuti sono percepiti come un vero valore per chi vuole imparare o approfondire un determinato argomento. Grazie alla tua esperienza dovrai fornire agli utenti le risposte giuste, che possano aiutarli a trovare una soluzione.

In questo modo riuscirai davvero a fare personal branding.

Una volta trovata la tua nicchia è molto importante iniziare a lavorare sul tuo profilo pubblico.

Le prime tre cose da fare per rendere il tuo profilo interessante sono:

  • Immagine di copertina: trasmette subito ciò che fai. Devi creare qualcosa che a primo impatto rimandi a quella che è la tua specializzazione. 
  • Foto del profilo: sorridi e scattati una foto professionale e di qualità. Ricorda che la prima impressione è quella che conta.
  • Headline: è la frase che appare subito sotto la tua foto profilo. Ha l’obiettivo di etichettare subito chi sei e cosa fai.

Ora hai la nicchia e un profilo ottimizzato, cosa manca per fare personal branding? 

Cerca 15 persone che corrispondono al tuo target ed inizia ad interagire con i loro contenuti: consigliali, commentali, ricondividili.

Dopo qualche giorno potrai richiedergli di entrare a far parte della loro rete, dopotutto ora sei un volto familiare per loro. 

In questo modo otterrai due cose molto importanti:

  1. Inizierai a far girare il tuo nome nella nicchia giusta.
  2. Inizierai a venir percepito come facente parte della nicchia delle persone con cui hai interagito.

Ora non ti resta che iniziare a postare contenuti di qualità in maniera costante e regolare.

La costanza è la chiave di una strategia di personal branding. 

Poniti l’obiettivo di postare almeno 3 contenuti ogni settimana e non abbandonarlo per nessun motivo al Mondo. 

Lo so, è difficile trovare sempre qualcosa di nuovo da postare. Ma c’è una soluzione.

Quando ti senti ispirato non limitarti a creare un solo contenuto ma sviluppa un calendario editoriale che comprenda almeno un mese di post. 

Pronto ad iniziare la tua carriera su LinkedIn?